Scheda Carnevale iscritto

Nome: Associazione Amici Del Carnevale di Sciacca
Link: http://www.trinakria.it/carnevale.sciacca/
Comune: Sciacca · Provincia: Agrigento · Regione: Sicilia

La Storia del carnevale di Sciacca

Documentato sin dal XVI sec., il Carnevale di Sciacca, con tutta probabilità trae origine dal Carnevale fiorentino; non mancano in tal senso riferimenti e documenti che conducono a tale ipotesi storica.
Nel corso dei secoli la festa ha assunto diverse connotazioni adeguandosi nei temi, nelle rappresentazioni e negli aspetti tecnici ai diversi contesti storici e sociali, ma salvaguardando quelle peculiarità che ritroviamo nella festa attuale e che la rendono originale.
La partecipazione di pubblico, la satira che trae spunto dall'attualità, la denuncia del disagio economico e sociale, rinsaldano ancora oggi il legame del carnevale saccense con la tradizione.

Il Carnevale di Sciacca oggi, le Associazioni
Negli ultimi decenni, il Carnevale ha assunto sempre più la fisionomia di un vero spettacolo che dal punto di vista organizzativo, tecnico e finanziario, richiede l'apporto pubblico e privato.
Ad aprire le danze Peppe 'Nnappa, tipica maschera saccense che attraversando le vie del corso mascherato, con il suo inno invita la gente a divertirsi, dimenticando i problemi della quotidianità.
Al seguito di Peppe 'Nnappa, nelle giornate di Sabato, Domenica Lunedì e Martedì, si possono ammirare i carri allegorici frutto della creatività e del lavoro di alcune Associazioni che da anni si dedicano alla buona riuscita della festa dal punto di vista artistico e tecnico.

Ogni carro accompagnato da un gruppo che con coreografie, canzoni e costumi si esibisce lungo le vie del corso mascherato.
Al gruppo viene affidato il compito di curare le coreografie e gli effetti scenici.
Alcuni carri allegorici delle passate edizioni del Carnevale, si ricordano tuttora per l'esibizione del gruppo, per i costumi e per le coreografie.
Ma si ricordano anche gruppi mascherati sciolti, senza carro cioè, che si sono contraddistinti per l'originalità e la creatività, non risparmiando cura e dovizia di particolari, soprattutto per i costumi.

L'uso geniale di materiali alternativi alla stoffa e la libera interpretazione di alcuni temi, consentono alla creatività di esprimersi attraverso realizzazioni che sfiorano in alcuni casi, il lavoro artistico.
Esse si muovono libere, si affiancano temporaneamente al corso mascherato ma poi se ne staccano, gestiscono il loro momento magico sul palco per poi ritornare tra la folla e confondersi con essa.

Altro componente, ormai diventato essenziale del Carnevale sono i minicarri.
Nati nell'ultimo decennio, rappresentano per alcuni aspetti la nuova generazione degli operatori del Carnevale.
Caratterizzati dalle dimensioni, ridotte rispetto ai carri, e dall'assenza del copione, i minicarri proseguono la tradizione allegorica ed artistica dell'imponente manifestazione.
Anch'essi si muovono sulle note dell'inno ma la loro sfilata ancora più spensierata ed immediata.
Le loro allegorie nascono infatti da modi di dire tipicamente saccensi, da battute tra amici, da aneddoti e doppi sensi, su cui vengono inseriti elementi anche di satira.

...A lato e in alto alcuni bozzetti dei carri allegorici:
"Benvenuto nel duemila", Associazione "Oro e fantasia" (anno 2000).
"La sfinge fradicia", (anno '99).
"A turri i milli gatti" ('99), Associazione "Cu sti tempi chi currinu" .
"Fuori dal tempo", Associazione "Argentina" (anno '99).
"Pigghiati 'na pastigghia" (anno '99).

Immagini disponibili:


Storica 1920Storica 1929Storica 1940Storica 1950Benvenuto 2000Fuori dal tempoGattiSfinge